Festa di San Michele: breve analisi iconografica per saperne di più sul "Principe Celeste"

Nella nostra bella Belgioioso, e in molte altre località della provincia di Pavia, si festeggia San Michele Arcangelo quale patrono del paese.

Ma cosa sappiamo di questo santo con ali e spada? 

Analizziamone l'iconografia, ovvero, le modalità con cui viene raffigurato.



ALI
San Michele è alato, in quanto "Arcangelo". In pochi sanno che questo termine, nel Nuovo Testamento, viene attribuito solo a Michele, e solo in seguito anche a Gabriele e Raffaele.

SPADA
San Miche porta la spada. Michele è il capo dell'esercito celeste. Michele è il lottatore che combatte le forze del male. Già citato nell'Antico Testamento, fu patrono della Sinagoga prima, e patrono della Chiesa Universale poi.

DRAGO
Sotto i piedi di San Michele (così come sotto quelli della Vergine) viene raffigurato un drago, o un serpente, o il diavolo in persona. Michele è l'opposto di Lucifero, l'angelo caduto e, come già detto, combattente contro le forze del male.