Lisciva: quando il detersivo BIO torna di moda. Come prepararlo in casa.

"Vurì savè el mestee che fu mi
el me laurà l’cumincia a mesdì.
vendi lisciva soda e saun
l’acqua bugada col motofurgun..."


Così cantava il Sig.GG, Giorgio Gaber in una celebre canzone di qualche annetto fa, citando il più celebre detersivo in uso all'epoca: la lisciva.
Ad essere onesti, non era tanto "celebre" quanto l'unico! Le nostre nonne lavavano i panni al fiume con questa soluzione alcalina contenente di solito idrossido di sodio, comunemente chiamato soda caustica, oppure idrossido di potassio. 

Fermi tutti: sembra una cosa complicatissima e invece non lo è affatto! 




La lisciva, il "detersivo delle lavandaie", si può fare tranquillamente in casa, essendo 100% biologico, sta tornando di gran moda.

ECCO COME PREPARARLA
Si prende della cenere  ottenuta da legna (non da carbonella o  pellet). Bisogna setacciarla, e farla bollire per 3 ore in 5 litri d’acqua. Dopo la bollitura è necessario lasciare riposare il composto così che la cenere si possa depositare sul fondo della pentola. Bisogna quindi, con l'aiuto di un mestolo, togliere tutta 'acqua dalla superficie senza smuovere il fondo! Grazie a un canovaccio si farà l'ultimo filtraggio in una nuova pentola (operazione da ripetere almeno 2 volte).

Il vostro detergente bio è pronto! Non vi resta che lavare i pavimenti!