ANTICHI STRUMENTI della nostra terra: il VENTULIN

Dopo il raccolto i cereali prima di essere raffinati venivano ripuliti dalle impurità. I contadini utilizzavano il ventilabro o ventilatore per espellere dalla massa di chicchi i corpi estranei. 



Il "ventulin"  veniva messo in moto, tramite una manovella e dalla forza dell'uomo. Il movimento si trasmetteva per attrito attraverso aste e ingranaggi, permettendo ai piani oscillanti all'interno del telaio in legno di muoversi e creare le condizioni di pulitura.  Il cereale versato in una tramoggia , cadeva su un piano a rete oscillante, il quale tratteneva le impurità più grosse. Il movimento della manovella faceva girare una coppia di ingranaggi, i quali accrescevano la spinta a quattro pale anch'esse di legno. L'aria sprigionata del movimento rotatorio della ventola faceva volare via le impurità più leggere permettendo ai cereali di uscire depurati nei crivelli posteriori alla macchina.