Alla radice dei sapori: la filiera corta tra genuinità e convenienza



Negli ultimi anni si è fortunatamente acuita una maggior consapevolezza in campo di alimentazione e si è cominciato a parlare con sempre maggior frequenza di prodotti a “km zero” e di “filiera corta”, focalizzando l'attenzione sulla provenienza dei prodotti.
Oggi si fa dunque la spesa guardando al risparmio ma anche alla genuinità di ciò che si mette in tavola, tendendo a prediligere prodotti di provenienza locale.
Tra gli obiettivi dell'associazione “Il BuonGusto del basso Pavese” c'è quello di favorire un approccio più sostenibile ai prodotti, diffondendo un'educazione alla qualità e riscoprendo il senso dei sapori tipici di un territorio come il nostro.
Perché far riemergere queste radici vuol dire entrare in contatto con la storia di un territorio, ritrovando quei piatti cari ai nostri nonni, ma anche avere un occhio di riguardo per i tempi di crisi dove un approccio diretto tra produttore e consumatore ha certamente i suoi vantaggi.